ipaf anchio

IPAF ANCH’IO 2024, costruiamo insieme il nostro futuro

di Pier Angelo Cantù

Un’occasione unica nel suo genere per gli operatori, i formatori, i produttori e altri attori dell’industria del sollevamento aereo in Italia. Questo è l’obiettivo ambizioso della terza edizione di
IPAF ANCH’IO
, che si distingue già per la prospettiva innovativa del format. L’accento non sarà solo sui prodotti, ma soprattutto sulle idee, sugli orientamenti e le collaborazioni che plasmeranno l’immediato futuro del settore, non privo di aspetti delicati.

In un contesto in cui le occasioni in cui mettere in mostra le poche novità di prodotto sembrano abbondare, “IPAF ANCH’IO” vuole spostare l’attenzione sulle idee, sugli orientamenti strategici e sulle collaborazioni che portano nuova linfa al business.

Con un approccio innovativo incentrato sulla condivisione e sulla proattività. “Vogliamo offrire una pausa per riflettere sul valore accumulato fino a questo momento e per progettare insieme un futuro più solido” ci dice Maurizio Quaranta, Responsabile IPAF per l’Italia e instancabile promotore di IPAF ANCH’IO.

“L’evento esplorerà le nuove direzioni del settore, con particolare attenzione ai valori etici che lo guidano – aggiunge Quaranta – e si propone di essere un’opportunità di incontro e scambio, lontano dalla frenesia delle manifestazioni tradizionali incentrate sul prodotto, con un focus
sulle questioni cruciali che stanno plasmando il settore del sollevamento aereo e che ne guideranno lo sviluppo”.

Sì, perché, diciamolo chiaramente, il settore è indubbiamente cresciuto, non solo nelle dimensioni di mercato, ma anche nelle responsabilità e nelle relazioni organizzative. Ecco perché IPAF desidera incoraggiare tutti gli attori del comparto a essere artefici attivi di questo futuro, partecipando attivamente alla costruzione e alla definizione delle direzioni che il settore prenderà.

Il cuore dell’evento è la creazione di un “contenitore di idee”, uno spazio in cui operatori, Centri di formazione, produttori, noleggiatori e distributori di piattaforme aeree – soci e non – possono
mettere in comune prospettive, esplorare collaborazioni e delineare insieme le future fasi di sviluppo.

“I complimenti ricevuti e i feedback raccolti dopo l’edizione del maggio 2018 e del maggio 2022 – conclude Quaranta – ci hanno fatto immenso piacere e ci hanno incoraggiato nell’organizzare
questa terza edizione di IPAF ANCH’IO. E se la prima è stata difficile e impegnativa proprio in quanto la ‘prima’; se la seconda è stata più ardua perché si trattava di una ‘seconda’, quindi carica di aspettative, non ci resta che buttarci a capofitto nell’organizzazione della terza edizione. Vi aspettiamo!”