peter douglas ipaf

Guardiamo al futuro

di Peter Douglas – CEO di IPAF

L’anno del nostro 40° anniversario è stato speciale: un’opportunità per guardare indietro con orgoglio a quattro decenni di successi, ma anche un’occasione per porsi nuovi traguardi, sempre concentrati sulla nostra missione di promuovere la sicurezza nell’accesso aereo e sulle nostre responsabilità verso il futuro del settore.

IPAF è cresciuta in modo incoraggiante nel periodo precedente al nostro anniversario, con un aumento record dei soci nel 2022 e un’ulteriore crescita di 50 nuovi associati nel 2023; per concludere l’anno con 1696 soci. È stato registrato un corrispondente aumento della partecipazione alle nostre iniziative, con 122 eventi nel 2023 rispetto ai 110 del 2022, in cui abbiamo raggiunto quasi 4 mila partecipanti, solo agli eventi di IPAF.

A oggi, ben 2,5 milioni di operatori hanno completato la formazione per ottenere la PAL Card, a testimonianza del riconoscimento internazionale dei nostri standard. Nel frattempo, la nostra app ePal ha raggiunto la pietra miliare di oltre 500 mila download dal suo lancio nel giugno 2021 ed è visibile in 190 Paesi in tutto il mondo: un risultato fenomenale.

La comunità globale che continuiamo a costruire rende il settore più sicuro, mettendo in comune le conoscenze e condividendo le esperienze attraverso il nostro portale di segnalazione degli incidenti, la nostra iniziativa più importante, in cui raccogliamo dati reali che ‘mettono in moto’ il resto del nostro lavoro.

Al momento in cui scrivo, abbiamo registrato un aumento del 21% rispetto all’anno precedente nel numero di segnalazioni di incidenti ricevute: più di 930 da 40 Paesi.

Grazie al nostro portale, abbiamo lanciato la campagna “Alta tensione!” in risposta a un aumento significativo di folgorazioni e scosse elettriche dal 2015, contribuendo a sensibilizzare gli utenti di PLE sui rischi che si corrono lavorando in prossimità di linee elettriche.

Inoltre, abbiamo affrontato il tema del carico, dello scarico e del trasporto delle PLE, dopo che i dati hanno rivelato un numero significativo di persone ferite o decedute durante questa attività.

Infine, colgo l’occasione per ringraziare di cuore la nostra Presidente uscente, Karin Nars, prima donna Presidente nella storia di IPAF.

Sebbene possa vantare molti successi e realizzazioni durante il suo mandato, il progetto che sicuramente lascerà in eredità è l’iniziativa Women in Powered Access; questa iniziativa ha messo in evidenza e celebrato le donne del nostro settore, le ha sostenute nello sviluppo della loro carriera e, speriamo, ha gettato le basi per attirare la prossima generazione di lavoratrici nel nostro settore.

Karin ha portato un’immensa passione ed energia in IPAF, per garantire che l’associazione faccia emergere il meglio di ognuno attraverso la formazione e un approccio entusiasta all’apprendimento continuo.

Questa dedizione allo sviluppo professionale è ciò che rende IPAF ciò che è: una comunità globale impegnata a garantire la conoscenza e l’atteggiamento coscienzioso per mantenere noi stessi e gli altri al sicuro.

Ai prossimi 40 anni!